IFIGENIA IN AULIDE  
Stagione: 1992-1993 Anno: 1993 Periodo dal 4/2/1993 al 4/2/1993



Tipo documento
Manifesto fotografato



Rassegna: Le Stagioni Stagione di Prosa

Genere: Prosa

Descrizione: IFIGENIA IN AULIDE
di Euripide

Regia e impianto scenico di Memè Perlini
traduzione di Dario Del Corno
costumi di Armando Vertulli
musiche di Stefano Mainetti

Nell’Ifigenia in Aulide Euripide riprende un tema già trattato in altre tragedie: il sacrificio volontario di un innocente per la propria patria, trasferito però da una funzione episodica e marginale a fondamento stesso della trama.
La fanciulla Ifigenia accetta di dare la propria vita perchè la flotta greca possa salpare verso la conquista di Troia: poco verosimile che si tratti del patriottismo dell’autore, piuttosto è da credere che nell’esaltazione ingenua di Ifigenia l’autore abbia inteso svelare la mistificazione della propaganda bellica, e che nel ritratto della vittima manifesti un’intenzione di pietà verso tutti gli innocenti.
L’interesse artistico di questa bellissima tragedia non sta soltanto qui. Il carattere dell’eroe tragico non è più fissato in un atteggiamento monolitico, ma subisce un’evoluzione prodotta dal variare delle situazioni e dal confronto delle opinioni. E’ aperto a una maturazione interna, rispecchiando l’alterno gioco dei sentimenti e restituendo la verità della condizione umana: con Euripide si apre una strada che condurrà al teatro moderno.

Luogo: Teatro Auditorium

Gestione evento: S.Chiara

Autore: Euripide

Compagnia: Teatro Popolare di Roma

Regia: Regia e impianto scenico di Memè Perlini

Con: Piero Nuti, Tino Petilli, Adriana Innocenti, Fernando Pannullo, Maria Teresa Milicia, Leda Negroni

Nome allegato Tipo
IFIGENIA IN AULIDE Locandina fotografata
© Tutte le immagini contenute nell'Archivio Storico sono di proprietà del Centro Servizi Culturali S. Chiara.
Non è possibile utilizzarle o scaricarle senza una specifica autorizzazione.