29/09/2017

Comunicato Stampa: Jazz'About 2017/18

Sono otto le serate in calendario, di cui cinque a Trento e tre a Rovereto,  per la terza edizione di JAZZ'ABOUT, innovativa proposta musicale che il Centro Servizi Culturali S. Chiara presenta al pubblico, forte del crescente successo che la rassegna è andata guadagnandosi nelle due precedenti stagioni. Dei cinque appuntamenti previsti a Trento, due sono in programma al Teatro Auditorium e tre al Teatro SanbàPolis, mentre tutti i concerti in cartellone a Rovereto si terranno all'Auditorium Melotti. 

 

La programmazione curata da Denis Longhi prevede anche quest’anno concerti di artisti di primissimo piano del panorama internazionale, che in alcuni casi saranno anche arricchiti da aftershow che prolungheranno le emozioni della serata con la proposta di sonorità elettroniche o dj set. 

Si inizierà giovedì 19 ottobre al Teatro SanbàPolis di Trento con AZYMUTH, ovvero il jazz-funk trasportato semplicemente su un’altra dimensione, con un profondissimo senso della melodia e dei colori. Nulla di strano che a distanza di oltre quarant’anni dalla sua fondazione, il progetto Azymuth non abbia ancora finito di sedurre e incantare. Seguirà un aftershow che avrà per protagonista l’americano DJ SPINNA, uno dei dj più illuminati, eleganti e ispirati nel campo delle musiche black a trecentosessanta gradi.    

Venerdì 3 novembre sarà invece il Teatro Auditorium a ospitare, sempre a Trento la SUN RA ARKESTRA. Un’eredità difficile, perché non è facile rappresentare lo spirito, la forza, la devastante (e sorridente) genialità di un band leader, Herman Poole Blount, alias Sun Ra, la cui musica è stata fin dall’inizio rivoluzionaria e dirompente portando la tradizione e le evoluzioni free a intersecarsi. Una lezione talmente forte da sopravvivere anche alla morte del suo artefice, col suo fedele braccio destro, Marshall Allen, a portare avanti oggi l’avventura targata The Arkestra.

Sempre al Teatro Auditorium di Trento,  lunedì 27 novembre sarà la volta di Stephen Bruner alias THUNDERCAT, uno dei più grandi talenti al basso elettrico emersi dagli Stati Uniti negli ultimi anni. Un talento iper-tecnico, come confermato dalla sua predilezione per il basso a sei corde; un talento in grado di guardare prima di tutto alla grande lezione del jazz elettrico anni ’70, capace di guardare sia a lunghi assoli, sia all’immediatezza della scrittura, con temi e linee melodiche semplici ed efficaci.

Si tornerà al Teatro SanbàPolis giovedì 30 novembre con CORY HENRY & THE FUNK APOSTLES. Gli Snarky Puppy sono uno dei più incredibili fenomeni della musica contemporanea e Cory Henry ne è uno dei primi alfieri. La sortita coi Funk Apostles è un esplosivo divertissement personale, dove coinvolgere alcuni jazzisti di vaglia. Al termine del concerto, il Dj Set di GOLDIE, colui che ha portato la musica drum’n’bass a diventare un fenomeno globale, facendone emergere il lato più visonario, colto e coraggioso.

La prima delle tre serate programmate a Rovereto, porterà venerdì 16 febbraio all’Auditorium Melotti il KAMAAL WILLIAMS ENSEMBLE. In principio era Henry Wu, una identità artistica in grado di incontrare dancefloor, soul e jazz in un modo tanto elaborato quanto efficace; poi è arrivata l’avventura targata Yussef Kamaal, che ha attraversato i cieli del jazz con piglio feroce ed essenziale; ora Kamaal Williams gioca da solo e mette in campo il suo nome e cognome, facendosi accompagnare da musicisti di eccezionale valore - sempre in bilico tra jazz e soluzioni strutturali vicine a quelle della musica elettronica, tra complessità armonica e “drive” ritmico da dancefloor. Restando in tema di dancefloor, l’aftershow sarà affidato a uno dei pionieri assoluti della club culture, quel NICKY SIANO che è stato il resident di uno dei club più leggendari di tutti i tempi, il newyorkese Studio 54 e che ancora oggi è un vulcano di energia, gioia e creatività.

Ancora all’Auditorium Melotti di Rovereto, nella serata di giovedì 8 marzo saranno sotto i riflettori JAMES SENESE & NAPOLI CENTRALE e, per l’aftershow, Mr. SCRUFF. Napoli Centrale è, semplicemente, una delle cose più belle e importanti siano mai successe alla musica italiana: l’intuizione - e la feroce abilità tecnica - nel saper mettere insieme mondi apparentemente distanti come il funk e la canzone napoletana, i sapori mediterranei e il jazz più d’impatto. Napoli Centrale, a partire dal suo leader James Senese, è il racconto di una cultura, la voglia di unire mondi sonori diversi con una straordinaria l’intensità emotiva. Anche la parte “notturna” di questo appuntamento mette in campo un personaggio di gran calibro: Mr. Scruff, al secolo l’inglese Andy Carthy, Dj di razza che sa creare un caleidoscopio particolarissimo fatto di hip hop, funk d’annata, gemme di jazz danzabile, pietre miliari house e stranezze varie.

Si tornerà a Trento al Teatro SanbàPolis venerdì 23 marzo per il primo di due appuntamenti che avranno un unico nume tutelare. Ovvero, quel GILLES PETERSON che ormai da più di due decenni è forse la voce più autorevole al mondo per tutti coloro che amano muoversi fra le coordinate della club culture da un lato (house, techno e derive varie) e del rare groove dall’altro (funk, soul, jazz) incrociandole e facendole “parlare” fra di loro. Dj, speaker radiofonico per la BBC, direttore artistico di festival ed eventi speciali, arriva a Jazz’About per fare da “guest curator” in due serate in cui porterà sul palco artisti che lui stesso ha contribuito a scoprire e lanciare fra il grande pubblico (Kamaal Williams degli Yussef Kamaal, José James e Moses Boyd) oltre ad esibirsi lui stesso in console come dj negli aftershow, fino alle ore più piccole e avventurose. Una celebrazione delle grandi affinità elettive, da sempre presenti, fra la prestigiosa galassia targata WORLDWIDE creata e plasmata in prima persona dall’artista inglese e la rassegna di Trento che vedrà Gilles Peterson arricchire il suo Djset invitando un artista a sorpresa.

L’edizione 2017/2018 di Jazz’About si concluderà giovedì 3 maggio all’Auditorium Melotti di Rovereto con un artista che rappresenta sicuramente una delle più luminose scoperte di Gilles Peterson. Il suo nominativo verrà svelato nel corso della stagione.

Per la programmazione JAZZ’ABOUT 2017/2018 il Centro Servizi Culturali S. Chiara ha previsto prezzi diversi di accesso ai Teatri che vanno da un minimo di 18 ad un massimo di 24 euro (ridotti under 26 da 12 a 18 euro).

 

 

Trento, 29 settembre 2017







I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale. Ulteriori informazioni