LOADING...

News: Chiara Civello e Rita Marcotulli

26 Luglio, 2021

Nuovo appuntamento con il Teatro Capovolto del Centro Servizi Culturali S. Chiara. La rassegna, inserita all’interno del contenitore estivo “Trento aperta 2021 – Aria nuova in città” (promosso dal Comune di Trento), continua con il primo di tre concerti curati dall’interprete e programmatrice Chiara Civello, nuova consulente musicale del Centro, che giovedì 29 luglio (ore 21.30) salirà per la prima volta su un palco insieme al pianoforte di Rita Marcotulli, tra i maggiori talenti del jazz italiano.

Il jazz di entrambe; la canzone d'autore di Chiara, cui Rita è tutt'altro che estranea; la sperimentazione musicale di Rita, che trova in Chiara un partner perfetto; il virtuosismo di entrambe ai rispettivi strumenti, voce e pianoforte: questi gli ingredienti di un concerto che non mancherà di emozionare, stupire, commuovere, divertire. Una serata in cui i confini tra jazz, canzone d’autore, sperimentazione musicale e virtuosismo sfumeranno completamente.

Una tra le migliori voci italiane in circolazione, Chiara Civello è artista dalla dimensione spiccatamente internazionale, avendo collaborato nel corso della sua carriera con Burt Bacharach, James Taylor, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Marc Collin, Chico Buarque, Gilberto Gil. E proprio da quest’ultimo è stata invitata, nel 2018, come ospite fisso nel tour mondiale per i quarant’anni del disco Refavela. In Italia, il quotidiano «La Repubblica» l’ha recentemente definita «la mosca bianca»: perfino nel suo paese d’origine, dove in tredici anni di carriera sono usciti sei album di successo, Chiara Civello rimane un’outsider. Né pop, né jazz, lontanissima dalle classificazioni asettiche della musica leggera e avidamente aperta sul mondo, questa italiana spumeggiante potrebbe essere la figlia segreta di Ennio Morricone, di Michel Legrand e di Astrud Gilberto. La sua voce soave, la sua latinità particolare e il suo percorso fuori dal coro hanno sedotto Marc Collin, l’inventore del gruppo Nouvelle Vague, che ha visto in lei la figura portante della nouvelle vague italiana. L’ha perciò inserita in Kwaidan, la sua etichetta di pop alternativo, e ha prodotto il disco Eclipse, offrendole in questo modo quel french touch che ancora mancava al suo pregevole percorso.

Pianista e compositrice, Rita Marcotulli è tra i maggiori talenti del jazz italiano. Dagli esordi al fianco di un gigante come Billy Cobham, Rita ha collaborato con alcuni dei più grandi jazzisti internazionali: Jon Christensen, Palle Danielsson, Peter Erskine, Joe Henderson, Helène La Barrière, Joe Lovano, Charlie Mariano, Marilyn Mazur, Pat Metheny, Sal Nistico, Michel Portal, Enrico Rava, Dewey Redman, Aldo Romano, Kenny Wheeler, Norma Winstone. In Italia ha collaborato, fra gli altri, con Ambrogio Sparagna e Pino Daniele, e più recentemente ha partecipato alla realizzazione del film “Basilicata Coast to Coast”, per il quale si è occupata della colonna sonora. Un lavoro che nel 2010 le ha permesso di ricevere il Ciak d’oro e il Nastro d’argento alla miglior colonna sonora, mentre nel 2011 ha ottenuto il David di Donatello come miglior musicista (prima donna a ricevere tale riconoscimento) e il Premio Top Jazz 2011 come miglior artista del jazz italiano secondo la rivista Musica Jazz. Oggi Marcotulli è una pianista e compositrice famosa, rispettata per il suo stile di suono unico e per la sua capacità di improvvisare. La sua fonte di ispirazione è vasta e include anche influenze dalla musica brasiliana, africana e indiana.

 

Info e biglietti

Per quanto riguarda le modalità di ingresso, si ricorda che l’accesso alla platea di Piazza Cesare Battisti sarà contingentato, a garanzia del numero massimo di posti disponibili, e avverrà nel rispetto delle attuali norme sanitarie e dei protocolli Covid-19 (rilevazione della temperatura, igienizzazione delle mani, obbligo di mascherina e distanziamento sociale). 
L’accesso avverrà a pagamento (biglietti al costo unico di 10 euro), previo acquisto del titolo su questo sito (fino all’inizio dell’evento) o presso le Casse del Teatro Auditorium nel seguente orario: lun-sab 16-19.

 

Trento, 26 luglio 2021