LOADING...

E...state a Trento

22 Giugno, 2020


La cultura è un bene comune primario come l'acqua.; i teatri le biblioteche i cinema sono come tanti acquedotti
                            (Claudio Abbado )

La cultura riparte in questa strana estate. Non senza difficoltà. Con formule nuove, protocolli necessari e tempi diversi. Reinterpretando gli spazi esterni ed interni in modo da accogliere artisti e spettatori in sicurezza.
Un respiro necessario per riprendere ad incontrarsi, se pur distanziati, e vivere la città diffusa, in compagnia di musica, teatro, danza e cinema in centro storico e nelle circoscrizioni. In biblioteca centrale e nelle sedi periferiche. Con un'offerta culturale a chilometro zero (la città del quarto d'ora) e fasce orarie diversificate.
Seguendo l'idea-guida della cultura come investimento, come fattore che genera valore – cioè utilità economica e sociale – nel tempo. Mettendo in campo nuove risorse a sostegno dell'associazionismo, agli enti no profit e all'imprenditorialità in campo culturale, alla ricerca di  nuove idee e nuovi format da condividere con i mondi culturali, per favorire il cambiamento al fianco delle nuove generazioni. Senza trascurare la transizione tecnologica e la valorizzazione della fruizione culturale digitale.
Con un nuovo patto pubblico-privato in dialogo con Fondazione Caritro e il Comune di Rovereto, con l'obiettivo di semplificare e condividere le strategie per il futuro prossimo della nostra comunità.

Trento riparte. E decide di farlo assieme ad enti, istituzioni e soggetti culturali che hanno collaborato in questo periodo di emergenza con l'unico intento di regalare alla città un'estate di rinascita culturale.
Il nuovo format “E...State a Trento musica teatro cinema danza ad almeno un metro di distanza”   è il frutto di un lungo lavoro corale, attraverso il quale il Comune di Trento ha organizzato la ripartenza grazie alla preziosa collaborazione con il Centro Servizi Culturali S.Chiara, le Circoscrizioni, Fondazione Caritro, il MUSE, l'Opera Universitaria, Trentino Film Commission, il Trento Film Festival e il Coordinamento Teatrale Trentino.


Tutti insieme per un'estate di rinascita. Distanti e felici, d'istanti felici.

TEATRO CAPOVOLTO del Centro Servizi Culturali S.Chiara

Da luglio ad agosto il palco del “Sociale” torna al centro della proposta culturale cittadina con eventi di prosa, musica e danza.

All'interno del contenitore estivo “ESTATE A TRENTO. Musica, teatro, cinema, danza – ad almeno un metro di distanza”, promosso dal Comune di Trento, si inserisce l’offerta spettacolare del Centro Servizi Culturali S. Chiara, che ha aderito a tale iniziativa con una proposta artistica ricca e variegata, e che porta con sé un forte messaggio di ripartenza dopo la brusca interruzione avvenuta nel mese di marzo: Teatro Capovolto – La città in scena, è questo il nome della rassegna che per tutto il periodo estivo ospiterà eventi di prosa, musica e danza sul palco del Teatro Sociale, rivolto verso la cornice di Piazza Cesare Battisti. Una veste insolita per il principale teatro della città – recintato a mo’ di Arena, nel pieno rispetto delle norme anti Covid – ma di grande fascino. Un’offerta di spettacolo che il Centro ha portato avanti in sinergia con le istituzioni culturali territoriali, e con una particolare attenzione verso il mondo artistico professionistico del territorio, ampiamente coinvolto nella programmazione che caratterizzerà i mesi di luglio e agosto.
Si comincia il 1° luglio con Pane o libertà. Su la Testa, il nuovo spettacolo teatral-musicale ideato e interpretato da Paolo Rossi, prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano, che inaugura una programmazione di prosa molto ricca e articolata sui due mesi estivi. Un testo dirompente, che unisce stand up a commedia dell’arte e commedia greca, e che vedrà il noto attore accompagnato da tre grandi musicisti come Emanuele Dell’Aquila, Alex Orciari e Stefano Bembi. Sul palco del “Sociale” saliranno inoltre alcune fra le più importanti realtà artistiche territoriali. Nel mese di luglio ci sarà spazio per un classico della letteratura come Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati (adattato al teatro da Maura Pettorruso e prodotto da Trento Spettacoli), per le divertenti riflessioni di Mirko Corradini con Voglio essere incinto, passando infine a Mio fratello rincorre i dinosauri, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol e portato in scena dalla Compagnia Arditodesìo, con la regia di Andrea Brunello. Il mese di agosto si aprirà invece con Left (L)over, una riflessione sulla fine di un Amore proposta da Evoé!Teatro (con Emilia Piz), che lascerà successivamente spazio a Montagne Migranti (unplugged), uno spettacolo di musica e parola sul tema della canzone di montagna, (prodotto nel 2008 con il Film Festival di Trento), riproposto da Miscele d’Aria Factory. Il compito di chiudere spetterà alla compagnia EmitFlesti, impegnata con Delirio a due, reading teatrale con Annalisa Morsella e Alessio Dalla Costa.
Passando alla proposta musicale, grazie al coinvolgimento di un importante soggetto territoriale come il Centro Musica di Trento, il mese di luglio sarà contraddistinto da un calendario di grande qualità, con musica per tutti i gusti: cinque appuntamenti, tutti di venerdì, che spazieranno tra la classica rivisitata (Lorenzo Bernardi e Carlo Aonzo Duo, Mandolitaly), il cantautorato (Caterina Cropelli, The Bastard Sons of Dioniso), il jazz (Federico Bosio Quartet, Connected Trio), la musica elettronica (Noireve, Hot Dust) e la musica folk (Obmann Musi, Groedner Frauendreigesang). Ad arricchire la proposta musicale, mercoledì 15 luglio, sul palco del “Sociale” salirà l'organico dell'Ensemble Zandonai – Orchestra da camera di Trento, composto da ben dodici elementi, che proporrà Musica da Est a Ovest senza confini.... Lo stesso palco sul quale, mercoledì 19 agosto, salirà anche l'Orchestra Haydn, all'interno dell'iniziativa promossa dal Comune di Trento. Sempre in ambito musicale, spazio infine anche a Matteo Ferrari e al suo Maramao. Canzoni tra le guerre, spettacolo ispirato alle sonorità tra le due Guerre Mondiali (voce e piano).
Infine, per quanto attiene alla programmazione in ambito coreutico, il Centro ha messo in calendario quattro appuntamenti, tutti domenicali, che hanno visto il coinvolgimento di grandi realtà artistiche territoriali e nazionali. Basti pensare alla prima data, che avrà per protagonista la Compagnia Abbondanza/Bertoni - compagnia Regionale, riconosciuta dal Ministero -, che riporterà in scena una produzione evergreen come Romanzo d’Infanzia, spettacolo di particolare intensità e poesia, pluripremiato e acclamato sia in Italia che all’estero da vent’anni (oltre 600 repliche), coreografato e interpretato da Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, con la regia e drammaturgia di Letizia Quintavalla e Bruno Stori. È fortemente legata al territorio anche la seconda proposta, che vedrà in scena la MM Contemporary Dance Company di Michele Merola, - compagnia associata del Circuito InDanza del Trentino-Alto Adige per il triennio 2018-2020 – con tre coreografie di grande successo: Duetto inoffensivo, estratti di Gershwin Suite e La metà dell’ombra. Di grande impatto anche la terza proposta, R.OSA. Esercizi per nuovi virtuosismi, spettacolo di Silvia Gribaudi con Claudia Marsicano (Premio Ubu 2017) - già ospitato a Trento nel corso di Y generation Festival, e all’interno del Circuito regionale -, che porta in scena con ironia l’espressione del corpo. Quarto e ultimo appuntamento con il teatro-danza della compagnia Aria Teatro ed il loro Ogni istante dei nostri incontri, spettacolo di immagine e movimento, ispirato ad un racconto di Fenoglio. Per quanto riguarda le modalità di ingresso, si ricorda che l’accesso all’Arena di Piazza Cesare Battisti sarà contingentato, a garanzia del numero massimo di posti disponibili, e dovrà avvenire nel pieno rispetto delle norme di sicurezza vigenti. L’acceso avverrà a pagamento (biglietti al costo unico di 5 euro), previo acquisto del titolo online. 

Calendario:

Il Calendario degli appuntamenti:

 

  • Mercoledì 1 luglio 2020 – “Pane o libertà. Su la testa” di e con Paolo Rossi (produzione Teatro Stabile di Bolzano)
  • Venerdì 3 luglio 2020 – concerto Caterina Cropelli / The Bastard Sons of Dioniso (in collaborazione con il Centro Musica)
  • Mercoledì 8 luglio 2020 – “Il Deserto dei Tartari” – Trento Spettacoli
  • Venerdì 10 luglio 2020 – Federico Bosio Quartet / Connected Trio (in collaborazione con il Centro Musica)
  • Mercoledì 15 luglio 2020 – “Musica da Est a Ovest senza confini...”, Ensemble Zandonai
  • Venerdì 17 luglio 2020 – concerto Obmann Musi / Groedner Frauendreigesang (in collaborazione con il Centro Musica)
  • Domenica 19 luglio 2020 – Compagnia Abbondanza/Bertoni “Romanzo d’Infanzia”
  • Mercoledì 22 luglio 2020 – “Voglio essere incinto” di e con Mirko Corradini
  • Venerdì 24 luglio 2020 – concerto Lorenzo Bernardi e Carlo Aonzo Duo / Mandolitaly (in collaborazione con il Centro Musica)
  • Mercoledì 29 luglio 2020 – “Mio fratello rincorre i dinosauri” – Compagnia Arditodesìo
  • Venerdì 31 luglio 2020 – concerto Noireve / Chris Costa (in collaborazione con il Centro Musica)
  • Domenica 2 agosto 2020 – MM Contemporary Dance Company “Duetto inoffensivo”, estratti di “Gershwin Suite”, “La metà dell’ombra”
  • Mercoledì 5 agosto 2020 – “Maramao. Canzoni tra le guerre” – con Matteo Ferrari
  • Venerdì 7 agosto 2020 – “Left (L)over” – Evoé!Teatro
  • Giovedì 13 agosto 2020 – “Montagne Migranti (unplugged)” – con Miscele d’Aria Factory
  • Venerdì 14 agosto 2020 – “Delirio a due”, Compagnia EmitFlesti
  • Domenica 16 agosto 2020 – Silvia Gribaudi “R.OSA. Esercizi per nuovi virtuosismi”, con Claudia Marsicano
  • Domenica 23 agosto 2020 – “Ogni istante dei nostri incontri”, Aria Teatro

Ingresso € 5 in vendita online su primiallaprima.it
 


MUSICA

Qui di seguito gli appuntamenti a cura del Comune di Trento:

giovedì 9 luglio
FRANCO ARMINIO & ZDL TRIO
Il dialogo tra uno scrittore-poeta e tre grandi interpreti musicali.

lunedì 20 luglio
GIOVANNI SOLLIMA & LA PICCOLA ORCHESTRA LUMIÈRE
Uno dei massimi interpreti a livello internazionale per suonare in prima assoluta la composizione per violoncello ed orchestra del giovane compositore trentino Nicola Segatta.

giovedì 23 luglio
NICCOLO' FABI
Uno dei massimi interpreti della canzone italiana.

Lunedì 3 agosto
ALBERT HERA
La voce come strumento musicale, in dialogo con il pubblico e la grafica disegn.

martedì 4 agosto
GEZA & THE 5 DEVILS
La magia del violinista ungherese Géza Hosszu-Legocky in compagnia di 5 virtuosi indiavolati.

mercoledì  19  agosto
ORCHESTRA SINFONICA HAYDN DI BOLZANO E TRENTO
Il fascino della musica classica con l'Orchestra Sinfonica Haydn di Bolzano e Trento.

giovedì 20  agosto
RAPHAEL GUALAZZI
Un fantastico cantastorie tra pop e jazz.

Ingresso ai concerti € 5 vendita online su primiallaprima.it

 

IL SUONO DEL MATTINO

parole e suoni in Badia presso la BADIA DI SAN LORENZO / TEMPIO CIVICO
tutti i venerdì da fine giugno ai primi di settembre primo turno: dalle ore 6.30 alle 7
secondo turno: dalle 7.30 alle 8
a cura di COMUNE DI TRENTO in collaborazione con TrentoSpettacoli, TeatroE, Compagnia Arditodesìo e i Frati Minori Cappuccini
L'invito è di alzarsi presto al mattino per recarsi nella splendida Abbazia di San Lorenzo e ricevere un piccolo regalo prima di iniziare la giornata. Un’attrice o un attore insieme ad un/a musicista ci offrono un momento di silenzio e ascolto, tra parole e suoni che possiamo poi portarci nel proseguo del giorno.
La Badia di San Lorenzo è anche Tempio Civico della città, durante i secoli ha avuto altre funzioni, oltre a quella religiosa: fu carcere nel '700, lazzaretto nell'800, ricovero e magazzino militare nel '900. In questo momento è un luogo fortemente simbolico, luogo di unione e condivisione della vita laica, spirituale e religiosa della nostra comunità.
Con offerta libera il ricavato sarà interamente devoluto ai Frati Minori Cappuccini per sostenere i loro progetti di solidarietà.
Parole: Andrea Brunello, Maura Pettorruso, Franco Arminio, Stefano Detassis, Maria Vittoria Barrella, Alessio Dalla Costa, Silvia Furlan, Michela Embriaco, Chiara Benedetti, Alessio Kogoj, Veronica Risatti.
Suoni: Stefano Rattini, Barbara Bertoldi, Daniele Di Bonaventura, Vincenzo Zitello, Giordano Angeli, John Diamanti Fox, Adele Pardi, Albert Hera, Paolo Delama, Candirù, Carlo La Manna, Sara Giovinazzi
Programma sul pdf scaricabile in fondo alla pagina
Ingresso con offerta libera


 

CINEMA ALL'APERTO 
Giardino del Muse 

Il Cinema all’aperto, grazie alla sinergia del Comune, della Trentino Film Commission e dell’Opera universitaria, con la collaborazione del Coordinamento Teatrale Trentino, si sposta nel giardino del Muse nell'ambito di Summertime il programma di attività culturali estive che ospiterà altri eventi e proiezioni in collaborazione con il Trento Film Festival.
L’edizione 2020 di quello che tradizionalmente è il Cinema in cortile propone nove pellicole, nella giornata di martedì, con inizio proiezioni alle 21:45 per gli spettacoli programmati per il mese di luglio e alle ore 21:15 per gli spettacoli di agosto/settembre.

Qui di seguito i titoli in programma:

7 luglio I miserabili di Ladj Ly (drammatico, Francia, 2019)
14 luglio L’hotel degli amori smarriti di Christophe Honoré (commedia, Francia, 2019)
21 luglio Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores (drammatico, Italia, 2019)
28 luglio Alice e il sindaco di Nicolas Pariser (commedia, Francia, 2019)
4 agosto 18 regali di Francesco Amato (biografico drammatico, Italia, 2020)
11 agosto La dea fortuna di Ferzan Ozpetek (commedia, Italia, 2019)
18 agosto Parasite di Bong Joon-ho (drammatico, Corea del sud, 2019)
25 agosto Gli anni più belli di Gabriele Muccino (commedia, Italia, 2020)
1 settembre Joker di Todd Phillips (azione avventura, Usa, 2019) in inglese con sottotitoli in italiano

Per le proiezioni al Muse rimane fisso il costo di ingresso (5 euro, ridotto 3 euro per i ragazzi fino a 15 anni). I biglietti potranno essere acquistati sul posto prima dello spettacolo o, preferibilmente, online, con modalità che verranno comunicate nei prossimi giorni.
Le norme di sicurezza vigenti fissano il limite massimo di capienza degli spazi (circa 450 per il giardino del Muse). Gli spettatori dovranno osservare le consuete norme di sanificazione, indossare la mascherina e rispettare il distanziamento fisico.

Trento, 23 giugno 2020

Documenti utili