LOADING...

News: Presentata MusicAntica - 35esima edizione

30 Settembre, 2021

Con il concerto che celebra il quinto centenario della morte di uno tra i maggiori compositori europei del primo Cinquecento, Josquin Desprez, venerdì 1 ottobre si inaugura la 35esima edizione di Trento Musicantica, rassegna di concerti e incontri organizzata dal Centro Servizi Culturali Santa Chiara e dal Centro di eccellenza Laurence K.J. Feininger. Con il titolo Te Deum, preso a prestito dal tradizionale inno cristiano per le celebrazioni del ringraziamento, il Festival riunisce eventi che, nella singolarità delle proposte, articolano un originale percorso nei diversi repertori della musica antica e hanno sede in spazi dove si fondono arte, storia e spiritualità: la Chiesa di San Francesco Saverio e la Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio.

Il concerto di apertura del 1 ottobre vede in scena, diretto da Paolo Da Col, l’ensemble vocale Odhecaton, gruppo con un repertorio d’elezione rappresentato dalla produzione di compositori italiani, francesi, fiamminghi e spagnoli attivi tra Quattro e Seicento. Nell’anno in cui ricorrono i cinquecento anni dalla morte, il programma della serata è interamente dedicato al compositore franco-fiammingo Josquin Desprez. Sul leggio, assieme ad alcuni mottetti e altre composizioni, la celebre Missa Hercules Dux Ferrariae, scritta nel 1505 in onore del duca Ercole d’Este.

Il secondo appuntamento in cartellone, sabato 23 ottobre, prevede un concerto realizzato in collaborazione con il Festival Regionale di Musica Sacra per l’anniversario dei 50 anni. In scena, diretto da Sergio Balestracci, è La Stagione Armonica, gruppo musicale specializzato nel repertorio rinascimentale e barocco. Con un concerto vocale e strumentale, l’ensemble presenta un programma incentrato sul mondo dei grandi compositori napoletani della prima metà del Settecento, affiancando al Magnificat a 4 voci di Domenico Scarlatti il Concerto in re minore per flauto, due violini e basso continuo di Francesco Mancini e il Te Deum a 4 voci, in prima esecuzione moderna, di Francesco Durante.

Si prosegue domenica 31 ottobre con un evento dedicato alla brillante atmosfera creativa del Settecento veneziano. L’appuntamento, all’incrocio tra musica e teatro, indaga il lavoro del compositore veneziano Benedetto Marcello e in particolare il suo Il teatro alla moda, libretto satirico uscito anonimo nel 1720 che descrive la realtà dell’opera seria italiana del primo Settecento. Il concerto vede la collaborazione di tre diverse realtà attive nell’ ambito della ricerca musicale: il gruppo Labirinti Armonici di Trento, Diastema Studi e Ricerche di Treviso e l’Associazione “Il Continuo” di Cremona.

Si prosegue, sabato 6 novembre, con il concerto, anche questo in collaborazione con il Festival Regionale di Musica Sacra, dell’ensemble vocale e strumentale Nova Ars Cantandi diretto da Giovanni Acciai, per un’immersione nel barocco sacro con la Compieta a 5 voci di Giovanni Legrenzi, figura di riferimento nella definizione di una nuova sensibilità nella musica sacra seicentesca.

Lunedì 29 novembre la Cappella Musicale Santa Maria in Campitelli, diretta da Vincenzo Di Betta, esplora il lato “colossale” della musica sacra del Seicento italiano presentando, in prima assoluta, due composizioni sacre per doppio coro di due grandi maestri del barocco italiano: la Messa a otto voci concertata del lombardo Bonaventura Rubino e il Te Deum a otto voci di Orazio Benevoli.

Gran finale, venerdì 10 dicembre, uno speciale concerto-conferenza che celebra i dieci anni dalla nascita del Centro di Eccellenza Laurence K.J. Feininger, associazione culturale nata con lo scopo di valorizzare e promuovere la musica antica, in particolare il lascito materiale e spirituale del musicologo americano, trentino d’adozione. La serata prevede una conferenza di approfondimento, con la partecipazione di autorevoli studiosi, sull’attività svolta dall’Associazione, un concerto diretto da Roberto Gianotti affidato al Gruppo vocale Laurence Feininger e ad altre realtà musicali con brani ricavati dalla collezione custodita al Castello del Buonconsiglio e la presentazione del volume biografico sulla figura e l’opera di Laurence K.J. Feininger a cura di Giuseppe Calliari con l’intervento di musicologi e studiosi.

 

Per partecipare al concerto (ingresso libero) sarà necessario esibire la Certificazione verde Covid-19 (Green Pass), come previsto dal Decreto-Legge 23 luglio 2021 n.105, mentre per prenotarsi sono necessari pochi e semplici passi: collegarsi a questo sito entrare nella sezione dedicata all’evento e cliccare il pulsante PRENOTA IL POSTO. Sarà necessario lasciare i propri dati, e se l’operazione sarà andata a buon fine verrà rilasciato un QR code che dovrà successivamente essere mostrato (anche dal telefono) all’ingresso la sera dell’evento. La prenotazione sarà possibile soltanto a partire da una settimana prima di ogni singolo evento.

Trento, 30 settembre 2021

Documenti utili