LOADING...

Riapre al pubblico lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas

29 Maggio, 2020

L'antica Tridentum romana torna ad essere accessibile al pubblico da martedì 2 giugno con la riapertura dello Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, a Trento, sotto piazza Cesare Battisti. Dopo tre mesi di pausa forzata sarà nuovamente possibile immergersi nelle suggestive atmosfere della città di duemila anni fa, percorrere il decumano conservato nel sito e ammirare i mosaici della domus. I visitatori troveranno anche la mostra "Ostriche e vino. In cucina con gli antichi romani" per gettare uno sguardo sull'alimentazione sulle sponde dell'Adige in età romana.

L'accesso al sito avverrà nel rispetto delle norme previste per garantire la sicurezza del personale e dei visitatori che dovranno essere dotati di mascherina. L'orario di apertura è da martedì a domenica dalle ore 14 alle 18.In linea con quanto previsto per i musei provinciali, per tutto il mese di giugno la tariffa d’ingresso sarà di 1 euro a persona. Non è richiesta la prenotazione.

Il percorso di visita non è stato ridotto, ma sono stati differenziati ingresso e uscita. L'accesso del pubblico sarà regolamentato in modo da evitare assembramenti e aggregazioni, fermo restando il rispetto delle distanze. Dispenser per l'igienizzazione delle mani saranno disponibili all'ingresso e lungo il percorso espositivo.  
L'apertura è stata resa possibile grazie alla convenzione per la gestione del sito sottoscritta dal Centro Servizi Culturali Santa Chiara, dalla Soprintendenza per i beni culturali e dal Comune di Trento. L'area archeologica si trova infatti in parte sotto piazza Battisti e in parte nel sottosuolo di Palazzo Festi, proprio sotto il Teatro Sociale.
Durante la chiusura dell'area archeologica l'attività per il pubblico e per le numerose classi scolastiche che nel periodo primaverile erano solite affollare il sito, si è trasferita online. Sul portale Trentino Cultura i Servizi Educativi dell'ufficio beni archeologici pubblicano costantemente contenuti, schede e approfondimenti per le scuole nella sezione "A scuola con l'archeologia #iorestoacasa".  In continuo aggiornamento sul portale è anche la sezione "Archeologo anch'io", dedicata alle famiglie con bambini e alle scuole per l'infanzia, dove sono scaricabili racconti, fumetti, giochi, suggerimenti per imparare, divertendosi, come vivevano i nostri antenati nell'antichità. Anche la sezione "Ti racconto l'archeologia" viene costantemente arricchita con nuove storie, racconti e filastrocche da leggere, da narrare, da ascoltare per fare rivivere il passato sulle ali della fantasia e della creatività.

Trento, 29 maggio 2020