LOADING...

DE STELLA NOVA - LAREVERDIE

DE STELLA NOVALAREVERDIEClaudia Caffagni, voce, liutoLivia Caffagni, voce, flauti, viellaElisabetta De Mircovich, voce, viella, symphoniaDoron David Sherwin, voce, cornetto muto, percussioniÈ la visione travolgente del firmamento stellato sopra le nostre teste, l’avvicendarsi ciclico e misterioso di Sole, Luna e pianeti che ha ispirato all’uomo la religione, la filosofia, la matematica, la metafisica – e probabilmente anche la musica.Il titolo che LaReverdie ha scelto per questa antologia astrale è volutamente ambiguo.La Stella Nova (che per così tante culture nel corso della storia umana ha rappresentato metafora privilegiata di sommovimenti d’origine divina, forieri di vita o di morte che fossero) è, ovviamente, nei testi di questi brani, simbolo della luce incarnata di Cristo, dell’immacolata radiosità della Vergine.Ma così come il Medioevo aveva ereditato innumerevoli miti stellari dall’antichità (miti virtualmente incancellabili che fanno puntualmente capolino nella sua liturgia e nella sua agiografia), così portava in sé e nella sua contemplazione ossessiva del cosmo i germi di un altro genere di miti, di sogni: i sogni che avrebbe posto fine a tutti i sogni precedenti. Un sogno che nel 1537 Tycho Brahe avrebbe narrato descrivendo un tipo poco mistico di Stella Nova, comparsa in un destabilizzante fulgore di irregolarità. Un Somnium primissimo araldo, già del 1606, d’una oniricamente lucida Astronomia Nova: fatiche che Johannes Kepler avrebbe donato ai contemplatori del cosmo (tutte opere ben precedenti – per non usare termini più maliziosi – il Nuncius galileiano!), distruggendo una volta per tutte il sogno, già platonico/aristotelico, della perfezione ultralunare. La sacra monodia si complica, si sfalda, deflagra quasi a mo’ di supernova in polifonie sempre più piene di incertezze, il Firmamento capzioso e araldicamente specialistico dei testi dell’Ars Subtilior fa davvero venire in mente le odierne astratte, estetizzanti dispute fra gli astrofisici più à la page: LaReverdie tenterà di raccontare un po’ di tutto questo. Perché nei cieli dell’astronomia (e della musica, sua sorella di Quadrivio), come scrive Jean-Pierre Verdet, gli uomini hanno proiettato più immagini di quanti fossero i messaggi che ricevevano… Li hanno affollati di simboli, miti e leggende. I cieli sono divenuti la memoria del mondo. laReverdieProgrammaIl Cosmo di Sogno del MedioevoAnonimo italiano, Stella nova de le genti (lauda)(XIII sec.), Cortona, Bibl. Comunale e dell’Accademia Etrusca, Ms. 91Anonimo francese, Pange melos (conductus)(XIII sec.), Firenze, Biblioteca Laurenziana, Ms. Pluteus 29.1Anonimo inglese Rosa fragrans (rondellus)(XIII sec.), Oxford, Christi College, Ms. B 489Elisabetta de Mircovich Tul grìanan (brano strumentale)Anonimo spagnolo, Stella splendens (virelai) (XIV sec.), Montserrat, Biblioteca del Monasterio, 1 (Llibre Vermell)Anonimo inglese Solaris ardor Romuli / Gregorius sol seculi / Petre tua (XIV sec.), navicula / Marionette douche (mottetto)Oxford, New College Library, Ms. 362, item XXVIAnonimo francese, Pantheon abluitur / Apollinis eclipsatur / Zodiacum signis(XIV sec.) (mottetto)Strasbourg, Bibliothèque Municipale, Ms. 222 C. 22Doron David Sherwin, Diana stella (brano strumentale) Anonimo inglese Novus sol de Virgine (carola)(XV sec.), Oxford, Bodleian Library, Ms. Arch. Selden B 26Johannes Ciconia, O Padua sidus preclarum (mottetto)(1335 o 1370 - 1412), Bologna, Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Ms. Q 15Anonimo italiano, Ave maris stella (brano strumentale)(XV sec.), Faenza, Biblioteca Comunale, Cod. 117Johannes Ciconia, Per quella strada lactea del cielo (madrigale)Lucca, Archivio di Stato, Ms. 184 (Mancini Codex)Anonimo francese, Le Firmament (mottetto strumentale)(fine XIV sec.) Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Ms. Panciatichiano 26Guillaume Du Fay, Vergine bella di sol vestita (canzone su testo di Petrarca)(1397-1474), Oxford, Bodleian Library, Ms. Canonici Misc. 213Doron David Sherwin, Celi enarrant gloriam Domini

Date spettacolo

30

Settembre, 2010

Castello del Buonconsiglio - Trento

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 60 eventi

27

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

27

Ottobre, 2020

20.30

l'Ateneo dei Racconti

Teatro SanbàPolis Trento

27

Ottobre, 2020

21.00

Nomad - In cammino con Bruce Chatwin

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

29

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

29

Ottobre, 2020

20.30

STORIE DI MARE E PICCOLE TERRE

Teatro Auditorium Trento

30

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

30

Ottobre, 2020

20.30

IL TEATRO ALLA MODA DI BENEDETTO MARCELLO

Trento - castello del Buonconsiglio

30

Ottobre, 2020

20.30

STORIE DI MARE E PICCOLE TERRE

Teatro Auditorium Trento

31

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità