LOADING...

Psa 08 - La Traviata di G. Verdi

La Storia di Traviata dall’Opera di Giuseppe Verdiprogetto drammaturgico di Alessio Pizzechorchestra Rossini di Pesarodirettore Daniele Agimancantanti del laboratorio di avviamento al debutto di Pergine Spettacolo Apertoe con Francesco Wolf nel ruolo di Alfredo Narranteregia Alessio Pizzechregista collaboratore Lorenzo Varalespazio scenico e costumi Cristina AcetiAncora una volta Pergine Spettacolo Aperto propone una rilettura dell’’Opera in modo inconsueto, quest’anno il titolo è La Traviata. La Storia di Traviata non è un’opera, non è una pièce teatrale: è un progetto drammaturgico originale che intreccia frammenti dell’originale romanzo “La signora delle Camelie” di Dumas, all’omonima opera musicale di, Giuseppe Verdi. Il regista Alessio Pizzech, ha estrapolato dal romanzo di Dumas padre una serie di monologhi che affrontano vari passaggi della narrazione e ne delineano dei nuclei tematici dal forte impatto espressivo, che sono alla radice di ogni elaborazione artistica successiva alla fonte letteraria originale. Questo concatenarsi di monologhi, di duetti e arie dall’opera, sottolinea e pone al centro della narrazione il protagonista maschile: l’intero spettacolo è una lunga soggettiva su Alfredo. Egli rivivrà i momenti più importanti di questo percorso sentimentale: l’incontro con Lei, la malattia di Lei, l’intervento del Padre, l’Addio e le lettere finali di Violetta (in Storia di Traviata i personaggi hanno i nomi dell’opera verdiana). La storia d’amore viene rivissuta alla luce del sentimento e del percorso mentale di Alfredo, e, come attraverso una lente d’ingrandimento noi rileggiamo i gesti e gli sguardi di questo amore impossibile. Ed è in questo raccontare ciò che è accaduto per riappropriarsene che Lui rievoca il fantasma di un femminile desiderato e desiderabile ancora, facendolo riaffiorare dalla propria memoria. “L’immagine da cui sono partito presente nel romanzo è la riesumazione del corpo di Lei che Alfredo ( nell’opera di Dumas chiamato Armando ) post-mortem ordina, spinto dalla morbosa curiosità di vedere cosa ne è rimasto della bellezza di Lei. Da qui lo spettacolo parte, da quell’atto in cui passato e presente si riuniscono nel tempo assoluto della Memoria Amorosa”.La narrazione musicale diventa così narrazione interna al racconto parlato: il dipanarsi dei fili di una vicenda assolutamente unica, persi in un passato drammatico, ma sempre presenti e vivi nella mente del protagonista Io narrante. La Storia di Traviata vuole sottolineare e giocare attraverso questo labirinto di racconto nel racconto, di passato nel presente e di reciprocità dei tempi storici. La storia reale dei personaggi si intreccia con la storia artisticamente creata su di loro: finzione e realtà si sedimentano nella rappresentazione.Il lavoro quindi parte dalla dimensione fortemente simbolica di ogni segno scenico che solo sul palcoscenico trova una sua profonda motivazione. Dalla scelta dell’abito, alla costruzione dello spazio scenico fino al gesto attorale tutto porta ad un asciugarsi della messa in scena per tornare ad un’origine profonda della natura del testo. Primo e secondo atto dell’opera di Verdi vengono presentati epurati di quelle parti corali che contraddistinguono la dimensione della Festa per concentrarci sui duetti e le arie come isole dove il sentimento e la relazione tra i personaggi diviene più cocente. “Credo che proprio in una messa in scena che favorisca l’elemento dialogico, eliminando tutte le sovrastrutture tipiche dello spettacolo d’opera ed avvicinandosi a modalità della prosa, si possa portare a sintesi una profonda esplorazione dell’animo di personaggi come questi. I temi che voglio sottolineare e sviluppare sono sostanzialmente tre: la Malattia, la Bellezza, il Corpo”. Alessio Pizzech

Date spettacolo

11

Luglio, 2008

Pergine - Teatro Tenda

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 63 eventi

21

Ottobre, 2020

20.30

MMContemporary Dance Company - Duo d’Eden e Pastorale

Teatro Sociale Trento

Prima assoluta

23

Ottobre, 2020

20.30

BAROCCO SACRO: GIOVANNI LEGRENZI

Trento – Chiesa di San Francesco Saverio

24

Ottobre, 2020

20.00

Caterina Cropelli - UploadSounds

Pergine - Teatro Comunale

27

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

27

Ottobre, 2020

20.30

l'Ateneo dei Racconti

Teatro SanbàPolis Trento

27

Ottobre, 2020

21.00

Nomad - In cammino con Bruce Chatwin

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

29

Ottobre, 2020

alle 17.30, 18.30, 19.30, 20.30 e 21.30

TAPPA 1 - LE COSE FALSE

Spazio archeologico

29

Ottobre, 2020

20.30

STORIE DI MARE E PICCOLE TERRE

Teatro Auditorium Trento

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità