LOADING...

AESTHETICA

Stile, energia ed emozione sono l’anima di questa produzione. I coreografi si confrontano con lo scopo comune di generare bellezza e cercano il “bello” da punti di vista differenti. E’ la ricerca di un piacere puramente epicureo che possa arrivare in modo diretto agli occhi dello spettatore per emozionarlo e coinvolgerlo. SUBLIME Coreografia: Roberto Sartori
Musica: W. A. Mozart, G. Rossini, G. F. Handel
Il bello è ciò che cogliamo mentre sta passando. È l’effimera configurazione delle cose nel momento in cui ne vedi insieme la bellezza e la morte. (Muriel Barbery)
La bellezza è mescolare in giuste proporzioni il finito e l’infinito. (Platone)
Per me la bellezza è il movimento,
E’ insieme la fortuna di avere e la capacita di procurarsi doti e virtù, la sensibilità e il gusto di misurarli in ogni nuova fase dell’esistenza.
La bellezza non si può fossilizzare pensando che possa restare inalterata in eterno.
Da giovani le doti possono essere tali da generare bellezza anche in assenza di virtù, ma più decadono più la virtù si rende necessaria … fino al punto in cui tutta la virtù di cui siamo capaci non è più in grado di generare bellezza! AMORE+PSICHE Coreografia: Cristian Fara
musica: Ryuichi Sakamoto, Yann Tiersen, Giovanni Sollima, Zoe Keating
Tratto dalla favola greca di Apuleio, Amore e Psiche descrive un amore tormentato tra l’etereo mondo divino e il carnale mondo umano.
Gelosia, passione, invidia e sentimento si intrecciano in questa antica storia riportata ai nostri giorni. STORIA ROM-ANTICA Coreografia: Roberto Sartori
Musica: Goran Bregovic
Questo progetto nasce da una particolare predilezione per le sonorità klezmer e le loro suggestioni visive che riecheggiano una frammentazione umana e culturale ricca di spunti accattivanti. La musica klezmer, in cui palpita non solo l’identità culturale yiddish ma anche, in senso lato, il frazionamento e la compenetrazione tra le popolazioni slave, è sorgente ispiratrice per un percorso coreografico che si focalizza su una determinata comunità, ricca di storia eppure senza tempo: il popolo gitano. Con i suoi codici, i suoi “spigoli” e le sue gerarchie, quasi un’unica, grande famiglia. Ogni elemento, ogni atteggiamento trova il suo posto in un’ottica limpida e netta, eppure lievemente surreale. In ogni società è possibile una storia romantica.

Date spettacolo

06

Aprile, 2013

Vezzano - Teatro Valle dei Laghi

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 78 eventi

21

Gennaio, 2020

20.30

Ailey II

Teatro Comunale di Bolzano

21

Gennaio, 2020

21.00

IL PIANETA IN MARE

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

23

Gennaio, 2020

20.30

La classe

Teatro Sociale Trento

24

Gennaio, 2020

10.00

LIGHT’S HEROES – Choreogame

Cinema Teatro - Cles

24

Gennaio, 2020

17.30

Foyer grande prosa - la classe

Sala Proclemer teatro Sociale

24

Gennaio, 2020

20.30

La classe

Teatro Sociale Trento

24

Gennaio, 2020

21.00

ROLY PORTER - LETTERA 22

Basement

25

Gennaio, 2020

16.00

CAPPUCCETTO E IL LUPO

Teatro Benvenuto Cuminetti Trento

25

Gennaio, 2020

20.30

La classe

Teatro Sociale Trento

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità