LOADING...

ALTRI PERCORSI - AVEVO UN BEL PALLONE ROSSO

TSB Teatro Stabile di BolzanoAVEVO UN BEL PALLONE ROSSOdi Angela Demattéregia Carmelo Rificiscene Guido Buganzacostumi Margherita Baldoniluci Lorenzo Carluccicon Andrea Castelli, Angela DemattéQuesto bel testo della giovane autrice e attrice trentina Angela Demattè ha vinto nel giugno 2009 la cinquantesima edizione del PREMIO RICCIONE PER IL TEATRO, il più prestigioso concorso italiano di drammaturgia contemporanea. La giuria, presieduta da Umberto Orsini e composta da Valerio Binasco, Andrea De Rosa, Rodolfo Di Giammarco, Federica Fracassi, Cesare Lievi, Piero Maccarinelli, Fausto Paravidino, Lorenzo Pavolini e Ottavia Piccolo, ha motivato così la propria scelta: “Attraverso il rapporto tra un padre e una figlia, Mara Cagol fondatrice delle BR, il testo riesce ad affrontare uno snodo cruciale della storia italiana, che ha aperto una ferita non ancora rimarginata nella nostra coscienza civile. Il conflitto generazionale più classico tra supposta saggezza della tradizione e furori giovanili trova una singolare consistenza teatrale nel sapiente uso della lingua, in una dinamica di tensione tra l’impianto dialettale, che permette la comunicazione familiare, e l’inadeguatezza di una lingua nazionale che la interrompe. Sorprendono la straordinaria capacità di trasmettere emozioni profonde e insieme lo studio documentaristico che la giovane autrice ha condotto proponendo alla nostra distratta attenzione materiali parzialmente rimossi.”Il testo racconta, attraverso una serie di dialoghi tra padre e figlia che si svolgono dal 1965 al 1975, l’ultimo anno di università di Margherita Cagol alla facoltà di sociologia di Trento, l’incontro e il matrimonio con Renato Curcio, la presa di coscienza politica, il trasferimento a Milano nel 1969, l’entrata nella clandestinità e la fondazione delle Brigate Rosse, fino alla morte violenta della Cagol avvenuta in uno scontro a fuoco con i carabinieri il 5 giugno 1975. In scena due personaggi: Margherita e suo padre. I loro dialoghi, tra dialetto trentino e lingua italiana, raccontano la vicenda della fondatrice delle BR e, soprattutto,  delineano il rapporto concreto e drammatico tra un padre e una figlia. Poi, inevitabilmente, salta fuori quella progressiva incomunicabilità tra generazioni che il ’68 ha reso così evidente: perché le ragioni, gli ideali dei figli diventavano incomprensibili per i padri. Una frattura vissuta da tutti noi anche oggi, come figli o come padri.Regista dello spettacolo è Carmelo Rifici, uno dei più interessanti giovani registi italiani, assistente di Luca Ronconi negli ultimi cinque anni, vincitore del Premio ETI OLIMPICI DEL TEATRO 2009 come miglior regista dell’anno e del PREMIO DELLA CRITICA 2009 per I pretendenti di Lagarce diretto per il Piccolo Teatro di Milano. Interpreti sono nel ruolo del padre il miglior attore trentino, Andrea Castelli e nel ruolo di Margherita Cagol la stessa Angela Dematté.

Date spettacolo

07

Gennaio, 2011

Teatro Cuminetti

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 53 eventi

25

Febbraio, 2020

21.00

MARIO BOTTA. OLTRE LO SPAZIO

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

27

Febbraio, 2020

21.00

Io non sono un gabbiano

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2020

21.00

Richard Dawson

Teatro SanbàPolis Trento

29

Febbraio, 2020

21.00

Jérôme Bel - ISADORA DUNCAN

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

29

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Monte Baldo Brentonico

01

Marzo, 2020

11.00

Suoni e visioni: Mart Tumb Tuuum

Mart

01

Marzo, 2020

16.00

UN MONDO DI ILLUSIONI

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

03

Marzo, 2020

20.30

HUBBARD STREET DANCE CHICAGO

Teatro Sociale Trento

03

Marzo, 2020

21.00

IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

05

Marzo, 2020

20.30

Morte di un commesso viaggiatore

Teatro Sociale Trento

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità