LOADING...

A DREAM WITHIN A DREAMTake this kiss upon brow!And, in parting from you now,Thus much let me avow –You are not wrong, who deemThat my days have been a dream;Yet if hope has flown awayIn a night, or in a day,In a vision, or in none,Is it therefore the less gone?All that we see or seemIs but a dream within a dream.[…]E. A. P.Se c’è una materia volubile e instabile questa è sicuramente la mente umana. Non conosco altro fenomeno materico così capace di essere al tempo stesso tangibile e inafferrabile. Una meravigliosa esperienza viva e creatrice, la psiche, prende forma in un congegno molle contenuto dentro una scatola ossea. Non starò ad elencare le molteplici qualità del cervello o dell’intero sistema nervoso. Il mio scopo è ben ora differente. Vorrei bensì portare l’attenzione vostra verso quei processi, in cui per inspiegabile compassione e ritorsione verso la vita, l’animo umano, a continuo servizio della mente, genera comportamenti alquanto inusuali e sfavorevoli. Azioni impazienti covate nell’ombra delle nostre ore più lugubri laddove il pensiero si è arreso alla pressione dei conflitti e il rintocco funebre del nostro benessere non permette più l’indecisione: o siamo o non siamo. È vano lottare. In quel tempo in cui dobbiamo con ogni nostra facoltà, per forza, cedere.A. K.I Teatri Soffiati - Compagnia CulturaleCentro Servizi Culturali S. ChiaraBRIVIDO*Evento/spettacolo da vivere con i sensi (quasi al buio)Teneramente dedicato ad Edgar Allan Poe (1809 - 1849)* Racconti del Terroreideazione e regia Alessio Kogoj aiuto alla regia Paola Carluccitesti Edgar Allan Poerielaborazione drammaturgica Alessio Kogojcon Paola Carlucci, Andrea Maccabelli, Giacomo Anderle, Alessio Kogojlive electronics e musiche originali dal vivo Giovanni Formilandisegni a china Rosangela Cappellettitraduzioni Olivia Rasini e Paola Carlucciallestimento, scene e tecnica Plamen Solomonsky e Silvano Brugnaradisegno luci Alessio Kogojoggetti Piccola Bottega dei Teatri Soffiatigrafica Mediamixdesigndocumentazione video Federico Maraner e Cerchio18 Photoorganizzazione e promozione Beatrice Gallicollaborazione Compagnie Teatrali Uniteproduzione I Teatri Soffiati - Compagnia Culturalee Provincia autonoma di Trento - Servizio Attività CulturaliLo spazio dello spettacolo è una casa immaginaria. Lo spettatore è l’ospite, l’avventuriero che ha scavalcato il cancello nonostante il divieto e si è addentrato nelle stanze. La casa è buia. Sono rimaste poche ragioni, molto sentimento. Un luogo dove regna la suspense, la paura di ascoltare l’ultima parola del racconto… Il percorso all’interno dell’abitazione, vissuto prevalentemente al buio dagli spettatori, è un fluido susseguirsi di stimoli narrativi (racconti e poesie di E. A. Poe) accompagnati da brevi proiezioni di luce, immagine e suono. L’equilibrio degli stimoli creati per coinvolgere lo spettatore sono organizzati per favorire la libertà di immaginazione. Il fine è quello di suggerire, più che mostrare, lasciando ad ogni partecipante il compito di vivere come in un sogno l’esperienza teatrale. Dal buio e dal silenzio nascono le suggestioni, particelle sensibili di contatto tra ciò che si sente realmente e ciò che solo si immagina. Il progetto di ricerca teatrale dedicato (teneramente, come suggerisce il titolo) al poeta e romanziere Edgar Allan Poe, sceglie la direzione di indagare gli aspetti più reconditi e imprevedibili della natura umana. Portata all’eccesso l’immagine della casa, come metafora della nostra mente dentro la quale prendono forma peregrinazioni dell’anima e indecifrabili pensieri, lo spettacolo è un crogiuolo dove si svolgono e si sciolgono misteriosi avvenimenti di cui soltanto la loro nominazione genera brivido. Nell’uso mirato della voce amplificata e nuda, dei suoni reali e riprodotti artificialmente, delle sofisticate luci e degli oggetti lo spettacolo si addentra in alcuni dei racconti di Poe accompagnando lo spettatore nel dolce gioco del brivido, vicino ad ataviche paure e nella meraviglia dell’oscurità. Voce, anima e suono in uno spettacolo insolito dove la dimensione della parola, in lingua italiana e inglese, apre una relazione di senso e contatto con la percezione delle emozioni oscure. La chiave poetica dell’operazione spettacolare lascia orizzonti di dolcezza sconfinata dove ogni ascoltatore/visitatore può perdersi e ritrovarsi in un equilibrio di sensazioni interiori, conosciute e sconosciute, vicine allo spaesamento dello spazio e al tempo indefinito della performance. “Brivido*” è un evento/spettacolo creato per raggiungere i sensi e con questi le emozioni dello spettatore. Un viaggio indimenticabile dentro all’abitazione immaginaria di Edgar Allan Poe.

Date spettacolo

31

Ottobre, 2011

Foyer del Teatro Auditorium

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 53 eventi

25

Febbraio, 2020

21.00

MARIO BOTTA. OLTRE LO SPAZIO

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

27

Febbraio, 2020

21.00

Io non sono un gabbiano

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2020

21.00

Richard Dawson

Teatro SanbàPolis Trento

29

Febbraio, 2020

21.00

Jérôme Bel - ISADORA DUNCAN

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

29

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Monte Baldo Brentonico

01

Marzo, 2020

11.00

Suoni e visioni: Mart Tumb Tuuum

Mart

01

Marzo, 2020

16.00

UN MONDO DI ILLUSIONI

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

03

Marzo, 2020

20.30

HUBBARD STREET DANCE CHICAGO

Teatro Sociale Trento

03

Marzo, 2020

21.00

IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

05

Marzo, 2020

20.30

Morte di un commesso viaggiatore

Teatro Sociale Trento

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità