LOADING...

Dianne Reeves featuring

"Bella, irradiante serenità, generosa, Dianne Reeves mescola nel suo canto classicismo e modernità". "Durante i concerti lei trascina il pubblico in un mondo fatto a propria misura, dove la sua voce ampia e calda si spiega con un fervore e una generosità irresistibili". Questo è stato detto della cantante nativa di Detroit, una voce in grado di evocare le grandi interpreti dell’era swing e bop, come Ella Fitzgerald, Dinah Washington, Sarah Vaughan, ma anche di tuffarsi nella contemporaneità, con il suo senso ritmico, la personalità, la vivace inventiva. Cugina del tastierista George Duke, fu scoperta dal trombettista Clark Terry quando, appena diciassettenne, si esibiva nelle band liceali di Denver. Poco dopo iniziò una carriera intensa al fianco di musicisti come Roland Hanna, Grady Tate, Lenny White, Louie Bellson e Mike Mainieri. Ma soprattutto fu la collaborazione con Sergio Mendes che la catapultò sulle scene internazionali, portandola nel 1986 a lavorare con Harry Belafonte. Il suo percorso si sviluppò in raffinato equilibrio tra jazz e pop, con una versatilità che è ben lontana da incrinare la sua identità musicale e stilistica. Dopo la collaborazione con il gruppo di fusion Caldera, al fianco di Tony Williams, Herbie Hancock, Stanley Clarke, Airto Moreira, e una serie di album orientati sul versante pop, la Reeves tornò verso la metà degli anni Novanta al jazz, guidando formazioni in cui si incontravano Phil Woods, James Moody, Toots Thielemans. La sua calda voce di contralto fu protagonista anche nella big band di Quincy Jones, a Montreux nel 1991, e al festival di Monterey, nel 1995, insieme a Dizzy Gillespie e Jon Hendricks. Frequenti sono state pure le collaborazioni con Wynton Marsalis e la Lincoln Center Jazz Orchestra, ed anche in campo classico ci sono interessanti registrazioni con Daniel Barenboim e la Chicago Symphony Orchestra, con Sir Simon Rattle e i Berliner Philarmoniker. Recente è la sua partecipazione a un documentario sulla vita di Billy Strayhorn, il musicista che fu alter ego di Duke Ellington lungo tutta la sua vicenda artistica e la partecipazione al film di Gorge Clooney “ Good night and good luck”.Peter Martin - pianoRomero Lubambo - chitarraReuben Rogers - contrabassoAntonio Sanchez - batteria

Date spettacolo

12

Aprile, 2008

Teatro Auditorium

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 56 eventi

22

Febbraio, 2020

20.30

Libri da ardere

Teatro Sociale Trento

22

Febbraio, 2020

20.30

VIA PACIS - concert

Teatro Benvenuto Cuminetti Trento

22

Febbraio, 2020

21.00

FABIO CONCATO OPEN TOUR 2019

Teatro Auditorium Trento

22

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Sartori Ala

23

Febbraio, 2020

16.00

Libri da ardere

Teatro Sociale Trento

25

Febbraio, 2020

21.00

MARIO BOTTA. OLTRE LO SPAZIO

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

27

Febbraio, 2020

21.00

Io non sono un gabbiano

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2020

21.00

Richard Dawson

Teatro SanbàPolis Trento

29

Febbraio, 2020

21.00

Jérôme Bel - ISADORA DUNCAN

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

29

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Monte Baldo Brentonico

01

Marzo, 2020

11.00

Suoni e visioni: Mart Tumb Tuuum

Mart

01

Marzo, 2020

16.00

UN MONDO DI ILLUSIONI

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità