LOADING...

IL SIMPOSIO DEL SILENZIO

Un racconto oscuro,
in sintonia con la dissonanza emessa
dalle persone che si scontrano anziché accarezzarsi, si mangiano anziché amarsi.
(L. Mattotti)

Immagini narrative si intrecciano per dare vita a un racconto che scava nella memoria del fiabesco, evocando simboli dell’in- quietudine infantile, dove luce e buio vestono un ruolo da protagonisti. Macchie, segni e gesti dalla forte spontaneità mostrano torbidi scenari di una fiaba oscura. Al centro del racconto è l’inquietudine e la fragilità di una giovane protagonista, la sua flebile gestualità percorre un sentiero che segna le tracce di un universo sospeso tra realtà e illusione. Una fiaba dedicata al dubbio e all'incertezza, in cui prevale l’essenzialità del gesto e pochi colori pastello e in cui tutto esprime precarietà: il peso, l’equilibrio, il rischio, il conflitto dualistico e l’ineluttabile desiderio di un'irraggiungibile armonia unitaria.

Come in ogni fiaba di crescita, la narrazione insiste e ritorna sulle dinamiche generate dalla domanda e dal desiderio di equilibrio di fronte all'ostacolo, alla prova da superare, al luogo sicuro e all'ordine da conquistare: abbandonando la certezza presunta di un centro, il racconto si lancia nella precarietà del moto, nella ricerca di un temporaneo luogo sicuro, di un ordine plausibile, per restituirci infine l'unica certezza possibile: che nulla resta mai uguale a se stesso e che la condizione di domanda è l'unica via per la crescita, il cambiamento, la scoperta.

Ambientato in un opulento salotto, lo spettacolo racconta la storia di una donna, simbolo della nostalgia, del declino e della decadenza di quella che una volta era una famiglia benestante. Un maggiordomo aristocratico, incarnazione della compren- sione, della gentile conoscenza e dell’ordine, accompagna la figura della donna. Insieme si trascinano in un’intricata ricerca della verità, per svelare un segreto celato dalle donne della famiglia. Lei si smarrisce in un labirinto di ricordi, stanze e corridoi perdendo lentamente il controllo della casa e della sua mente. Adesso è figlia, poi figlia della figlia, madre, nonna e così via ripercorrendo l’albero di concepimenti, nascita e creazione. Il maggiordomo, come un Virgilio maldestro cerca di mantenere goffamente le apparenze e nonostante il declino la guida tra i ricordi confusi che non sono più una riproduzione del passato ma distorsioni della realtà, dove personaggi come fantasmi esistono apparentemente in ogni tempo e attraversano ogni luogo. In uno stato di continua allucinazione tutti sono superstiti, eterni e immortali.

IL SIMPOSIO DEL SILENZIO

una creazione di Lucrezia Maimone | in scena Lucrezia Maimone e Damien Camunez | ambiente sonoro Lorenzo Crivellari | collaborazione coreografica Stefano Mazzotta| effetti magici Jonathan Giard | oggetti di scena Vinka Delgado | disegno luci Tommaso Contu | fotografia Federica Peach | video Federica Lì | produzione Zerogrammi | con il contributo di Interconnessioni 2018/T Off |

con il sostegno di Regione Piemonte, MIBAC - Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Progetto vincitore del Premio artistico CollaborAction Kids XL#1 2018 - azione del Network Anticorpi XL | Cantieri Danza | Solares | Amat | Arteven | Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza | La Piccionaia | Fondazione Piemonte dal Vivo | Teatro Pubblico Pugliese | C.L.A.P. Spettacolodalvivo | Armunia | FTS Onlus | ACS | Centro Servizi Culturali Santa Chiara | FIND.

anno di produzione 2018/2019 durata 50 min.

pubblico +9

 

Informazioni utili

Info e biglietti
IL SIMPOSIO DEL SILENZIO
Intero € 5 
Ridotto operatori di spettacolo e under 20 € 3

iocentro@centrosantachiara.it
tel. 0461 213815/821

Si ringrazia la Federazione provinciale delle Scuole Materne - Trento

 

Dove si svolge l'evento

Date spettacolo

30

Ottobre, 2019

20.30

a partire da

3
euro

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 53 eventi

25

Febbraio, 2020

21.00

MARIO BOTTA. OLTRE LO SPAZIO

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

27

Febbraio, 2020

21.00

Io non sono un gabbiano

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2020

21.00

Richard Dawson

Teatro SanbàPolis Trento

29

Febbraio, 2020

21.00

Jérôme Bel - ISADORA DUNCAN

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

29

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Monte Baldo Brentonico

01

Marzo, 2020

11.00

Suoni e visioni: Mart Tumb Tuuum

Mart

01

Marzo, 2020

16.00

UN MONDO DI ILLUSIONI

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

03

Marzo, 2020

20.30

HUBBARD STREET DANCE CHICAGO

Teatro Sociale Trento

03

Marzo, 2020

21.00

IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

05

Marzo, 2020

20.30

Morte di un commesso viaggiatore

Teatro Sociale Trento

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità