LOADING...

Le Muse Orfane

Compagnia “La Quarta Parete”26 Maggio, ore 21.00Teatro Cuminetti, TrentoLe Muse Orfanedi Michel Marc Bouchard (Rappresentato in Italia dall’Agence Althèa / èditions Thèâtrales,Parigi) Regia Dardana BerdynaconDardana Berdyna Scene e costumi Albert DedjaHans Peter Gottardi Effetti sonori Christian MarchiManuela Bortolotti LuciFabio AntociMonica Cau Audio Michele TabarelliQuesto testo forte e complesso fa luce sul tema cruciale dell’emarginazione e della diversità. Una famiglia si scontra con i pregiudizi e la mentalità chiusa e perbenista della comunità di un villaggio del Canada meridionale.Quattro fratelli; Catherine, Martine , Luc e Isabelle sono stati abbandonati da piccoli da una madre determinata a seguire il suo sogno d’amore. Al peso dell’abbandono si aggiunge per loro l’esclusione, l’emarginazione e ostilità inflitti da una società incapace di accettare qualsiasi forma di diversità. Le loro vite ne saranno per sempre condizionate. La madre, che non ce l’ha fatta a competere con questa mentalità ottusa, si è rassegnata, in silenzio, alle dure “leggi del clan” allontanandosi dai figli per togliere loro il peso della propria scomoda storia personale.La vigilia di Pasqua i fratelli ormai adulti si ritrovano dopo tanti anni nella casa natale, nei luoghi dell’infanzia, quando tutto ormai è cambiato, o forse niente in realtà è cambiato. Questo incontro fa riemergere vecchi ricordi dei drammi vissuti che daranno vita a un confronto rovente. Ognuno racconta il disorientamento, la solitudine e il dolore per la perdita di affetti e punti di riferimento, e il tutto riemerge con una violenza emotiva che rispecchia ciò che loro hanno subito.Bouchard scrive: «Sono stato costretto molto presto a prendere posizione nei confronti della società in cui vivevo e della sua mentalità ristretta, dove regnavano l’oppressione e il giudizio contro chiunque osasse affermare la propria diversità e le proprie ambizioni a una vita diversa da quella del clan. Nelle Muse orfane, il personaggio della madre appartiene a questa tipologia di emarginati […]. Mi rendo conto che la mia scrittura vive una tensione costante tra i valori del vecchio e del nuovo mondo».Alla fine della storia Isabelle, la sorella più giovane, decide di cambiare il percorso del proprio destino per ritrovare la felicità perduta. Sogna di creare una famiglia grande,unita e piena di affetto, con tanti figli; era il sogno di sua madre che ora si fa suo. La vigilia di Pasqua, il giorno della resurrezione diventa metafora della rinascita.

Date spettacolo

26

Maggio, 2010

Trento - Teatro Cuminetti

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 56 eventi

22

Febbraio, 2020

20.30

Libri da ardere

Teatro Sociale Trento

22

Febbraio, 2020

20.30

VIA PACIS - concert

Teatro Benvenuto Cuminetti Trento

22

Febbraio, 2020

21.00

FABIO CONCATO OPEN TOUR 2019

Teatro Auditorium Trento

22

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Sartori Ala

23

Febbraio, 2020

16.00

Libri da ardere

Teatro Sociale Trento

25

Febbraio, 2020

21.00

MARIO BOTTA. OLTRE LO SPAZIO

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

27

Febbraio, 2020

21.00

Io non sono un gabbiano

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2020

21.00

Richard Dawson

Teatro SanbàPolis Trento

29

Febbraio, 2020

21.00

Jérôme Bel - ISADORA DUNCAN

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

29

Febbraio, 2020

21.00

LOVE POEMS

Teatro Monte Baldo Brentonico

01

Marzo, 2020

11.00

Suoni e visioni: Mart Tumb Tuuum

Mart

01

Marzo, 2020

16.00

UN MONDO DI ILLUSIONI

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità