LOADING...

MANDRAGOLA

La stagione di produzione dello Stabile di Genova si apre alla Corte con il capolavoro di Niccolò Machiavelli (1469-1527), affidato alla regia di Marco Sciaccaluga e all’interpretazione di Ugo Pagliai, alla guida di una parte della giovane compagnia stabile del teatro. Considerata la più bella commedia italiana del Rinascimento, e forse dell’intero teatro italiano, la Mandragola attinge con ironia alla grande tradizione del teatro classico latino, inserendola nello schema narrativo delle novelle boccaccesche del raggiro e della beffa. Dopo molti anni di residenza a Parigi, Callimaco torna a Firenze attratto dalla fama della bellezza e della virtù di Lucrezia, moglie di messer Nicia che, «benché sia dottore, egli è el più semplice e el più sciocco uomo di Firenze». Con l’aiuto del parassita Ligurio, Callimaco decide pertanto di conquistarla. Sfruttando il desiderio insoddisfatto di messer Nicia di avere un figlio, si spaccia per un dottore venuto d’oltralpe e gli consiglia di far bere alla moglie una fantomatica pozione a base di mandragola. La pozione, dice, ha il potere di rendere fertile la donna, ma ucciderà il primo uomo che giacerà con lei. Per ovviare a questo "inconveniente", Callimaco propone a Nicia di costringere uno sconosciuto a congiungersi per primo con Lucrezia: costui morirà assorbendo su di sé tutto il veleno presente nella pozione e Nicia potrà così giacere con la moglie senza alcun pericolo. Con l’aiuto di Frà Timoteo, il confessore di Lucrezia, Callimaco mette così in atto la sua beffa.Ambientata a Firenze nel 1504, la Mandragola è stata presumibilmente scritta da Machiavelli nel decennio seguente e rappresentata con grande successo quando il suo autore era ancora in vita. Nel mettere in scena un mondo dominato da calcoli, interessi meschini e passioni irrefrenabili, Machiavelli mescola personaggi tipici della commedia di Plauto e di Terenzio (il padrone, il servo, l’innamorato) ad altri che ricordano da vicino quelli delle novelle trecentesche: il frate e il marito sciocco e gabbato. Machiavelli si sofferma con ironia tagliente e disillusa a descrivere quel mondo che ai suoi occhi di moralista politico appariva degradato e in rovina, insensibile a ogni correzione, ma consegna infine alla storia del teatro un capolavoro che, pur su sfondo tutt’altro che ottimista, è attraversato da uno spirito giocoso, piacevole e divertente.Teatro Stabile di GenovaMANDRAGOLADi Nicolò MacchiavelliRegia Marco Sciaccaluga Scene e costumi Valeria Manari Musiche Andrea Nicolini Luci Sandro Sussi PERSONAGGI E INTERPRETI:Messer, Nicia Ugo Pagliai Callimaco, Gianluca Gobbi Siro, Enzo Paci Ligurio, Pier Luigi Pasino Sostrata, Barbara Moselli Fra’ Timoteo, Massimo Mesciulam Donna, Silvia Quarantini Lucrezia, Alice Arcuri

Date spettacolo

25

Ottobre, 2007

Teatro Auditorium

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 89 eventi

13

Dicembre, 2019

17.30

Foyer grande prosa - La bancarotta

Sala Proclemer teatro Sociale

13

Dicembre, 2019

20.30

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

13

Dicembre, 2019

20.45

KISS ME HARD BEFORE YOU GO

Teatro Comunale - Tesero

13

Dicembre, 2019

21.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

sold out

14

Dicembre, 2019

17.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

14

Dicembre, 2019

20.30

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

14

Dicembre, 2019

21.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

sold out

15

Dicembre, 2019

16.00

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

17

Dicembre, 2019

21.00

Letizia Battaglia - Shooting the mafia

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità