LOADING...

PROMEMORIA SUL XX SECOLO concerto per la giornata della Memoria 2009

Per il GIORNO DELLA MEMORIA 2009Hanno chiesto a un bambino: "Da una bolgia dell’inferno cementata dagli urli ghiacciata dal silenzio pareti verticali invalicabili, come faresti a uscire?" Il bambino rispose: Camminando su un arcobaleno.(Da un testo di padre Kolbe)Legge 20 luglio 2000, n. 211[La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.]Va messa in luce l’importanza di quell’atto legislativo che esorta al mantenere la memoria sulle responsabilità e gli orrori compiuti dall’uomo nei confronti dei propri simili ma così pure la memoria delle forze del bene che hanno resistito e che hanno dato la speranza e l’anelito di un mondo migliore.L’associazione Tandem propone come spettacolo di apertura della rassegna PLANET WORLD 2009 una serata che presenterà due momenti artistici e di riflessione di grande interesse:“Promemoria sul XX Secolo”Recital con Sabrina Simonetto, Fabio Rossato, Daniel Demirci e Paolo Malvinni per ricordare una terribile esperienza umana, e per cercare i comportamenti di resistenza che possono apririci alla speranza e al futuro; “Memoria musicale”Itinerario tra musiche ebraiche, klezmer, racconti, citazioni, poesie e preghiere musicali che rievocano la tragedia del popolo sterminato con il violinista ungherese Janos Hasur.PROMEMORIA SUL XX SECTesti e musiche interpretati da Sabrina Simonetto (voce), Fabio Rossato (fisarmonica) e Daniel Demirci (violino), con un intervento poetico di Paolo Domenico Malvinni.Recital per ricordare una terribile esperienza umana, e per cercare i comportamenti di resistenza che possono offrire ancora oggi motivo per sperare e lavorare ad un mondo migliore. Letture da Boris Pahor, Eraldo Affinati, Daniel Varujan, Dora Klein, Vittorio Majer, Pier Paolo Pasolini, Etty Hillesum.Musiche dal repertorio popolare e d’autore: Hava nagila, Di Krenitse, Danza ungherese n. 4 di J. Brahms, Kolomeyka, My Hofes (kletzmer pop), Broken arm (Arto Tuncboyaciyan), tema da Shindler list (John Williams), Quelli eran giorni (Daiano - Ruskin)Daniel DEMIRCIeclettico violinista di origine armena; fondatore di Tzigano Quartet il gruppo che propone un vasto reperorio comprendente danze ungheresi, valzer viennesi e musette, tango argentino, musiche da film, gipsy jazz, temi klezmer e tzigani, nonché canzoni e musiche popolari trentine e italiane. Diplomato in violino presso il Conservatorio Statale di Musica “F. A. Bonporti” di Trento sezione staccata di Riva del Garda sotto la guida del M° Mario Proffer, ha poi frequentato il corso triennale di perfezionamento violinistico presso l’accademia Musicale Pescarese col M° Franco Mezzena. Ha seguito corsi di perfezionamento in violino e musica da camera con i maestri Ruggero Ricci, Franco Gulli, Pavel Vernikov e Roberto Michelucci, col quale prosegue tuttora il suo affinamento. Si è affermato in concorsi nazionali. Ha effettuato incisioni discografiche, registrazioni televisive e radiofoniche in Italia e all’estero. Ha suonato in varie orchestre e gruppi da camera, anche in qualità di primo violino. Svolge attività concertistica in Italia e all’estero come solista (anche con orchestra), duo con pianoforte, duo con chitarra, quartetto d’archi e altre formazioni cameristiche. E’ docente di violino presso il Conservatorio Statale di Musica “F. A. Bonporti” di Trento sezione staccata di Riva del Garda. Fabio ROSSATOSe si parla di Fisarmonica Classica non si può che pensare al nome di Fabio Rossato, una delle figure più rappresentative del fisarmonicismo. La sua straordinaria predisposizione musicale si manifesta in giovanissima età: inizia gli studi presso la Scuola di Fisarmonica "Luciano Fancelli" di Mirano, diplomandosi successivamente al Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti. Si afferma poi nei più importanti Festival fisarmonicistici a livello mondiale. L’incredibile versatilità, l’apertura musico culturale che da sempre lo contraddistinguono consentono all’artista di sperimentare nuove forme di contaminazione musicale che spaziano dalla musica classica alla musica contemporanea passando attraverso la canzone popolare e la poesia. Ha iniziato giovanissimo lo studio della Fisarmonica con il maestro E. Boschello, conseguendo il diploma presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti e la lode. Ha quindi proseguito gli studi in Pianoforte e in Composizione. Come fisarmonicista ha frequentato corsi di interpretazione e perfezionamento con Garouet, Lips, Scappini, Zubisky, e ha partecipato a trasmissioni televisive come Voglia di musica (RAI). Da segnalare, tra i numerosissimi riconoscimenti ottenuti in importanti manifestazioni internazionali (Stresa, Lisbona, Castelfidardo, Wittelsheim, Stradella, Stoccarda, Roma, ecc.), il primo premio assoluto al trofeo mondiale della CMA, Parigi 1988. L’attività concertistica svolta in Italia e all’estero ha dato vita ad importanti collaborazioni artistiche (con Richard Galliano), e a numerose attestazioni di stima, tra cui quella del celebre compositore e bandoneonista Astor Piazzolla. È docente di Fisarmonica presso il Conservatorio Statale di Musica “F. A. Bonporti” di Trento, sede staccata di Riva del Garda.Sabrina SIMONETTOdal 1991 approda nel mondo teatrale attraverso diverse esperienze, tra le quali la messa in scena di "Calderon" testo di Pier Paolo Pasolini, con la regia di Mirco Artusi. Dal 1999 inizia una collaborazione con il comune di Jesolo, organizzando laboratori di Commedia dell’Arte, attraverso i quali viene messo in scena, durante il carnevale in Piazza S. Marco, il canovaccio di invenzione "La barca dei folli" con la regia di Eleonora Fuser. Collabora con l’associazione "Attore....si nasce?" come attrice negli spettacoli :” La pazzia del re Tartaglia”, “Narrando l’acqua” con la regia di Eleonora Fuser. Si forma presso il Teatro Stabile del Veneto alla scuola dell’Istituto della Commedia dell’Arte Internazionale. I suoi Maestri sono: Carolyn Carlson, Eugenio Allegri, Enrico Bonavera, Paolo Puppa, Donato Sartori, Eleonora Fuser, Giorgio Bertan, Virgilio Zernitz, Piergiorgio Fasolo, Franco Mescola, Monica Rizzardi, Gianni de Luigi. Durante la formazione, partecipa agli spettacoli prodotti dalla cooperativa “ la Comedìa ” all’interno del festival della commedia dell’arte a Padova, con lo spettacolo “Le Orazioni” di Ruzante, con una data inoltre al teatro Olimpico di Vicenza. Viene scelta per partecipare al primo master per attori professionisti organizzato dalla Regione Veneto all’Accademia del teatro in lingua Veneta, con i maestri, Paolo Puppa e Giuseppe Emiliani. Partecipa nel ruolo di Mirandolina, in occasione del carnevale di Venezia, nello spettacolo itinerante “ Passeggiando con Carlo Goldoni”. Attiva come attrice nello spettacolo di Eleonora Fuser “Il tempo sospeso” una rappresentazione teatrale ispirata alla ricerca dello storico Daniele Ceschin che racconta la storia inedita di un gruppo di ebrei stranieri deportati in Italia nel 1941 e poi internati in provincia di Treviso fino all’8 settembre 1943.Paolo Domenico MALVINNI, scrittoreIl suo primo lavoro letterario è la videopoesia Cinquecento Blu Notte (1983), prodotta dalla RAI di Trento con la regia di Maria Serena Tait; un film sperimentale di poesia sonora scritta, sceneggiata e recitata dallo stesso autore. Ha scritto e pubblicato poesie, racconti, opere teatrali, il “romanzo brevissimo” Un’estate nuda calda e veloce (1983), la raccolta di avventure di Carminio Errosa Soluzioni felici (pubblicato con “Vocali” di Umberto Eco da Alfredo Guida Ed. nella collana Clessidra, 1991), il romanzo poliziesco La verità dell’angelo (1999), con introduzione di Carlo Oliva. Tra i diversi lavori per il teatro, La Magnifica Intrapresa, messo in scena con Laura Curino, regia di Titino Carrara prodotto dal teatro stabile di innovazione “La Piccionaia” di Vicenza (2007-8).MEMORIA MUSICALESi tratta di un itinerario ricco di suggestioni musicali e di storie nella tradizione ebraica e klezmer, condito con racconti, citazioni e poesie in cui si rievoca la tragedia del popolo sterminato. Tra i testi recitati e parlati sulle corde del suo violino risuonano le piu belle melodie klezmer e preghiere ebraiche creando l’atmosfera del ricordo. Janos HASURè un violinista ungherese, conosciuto in Italia per aver accompagnato per oltre 12 anni con la sua arte gli spettacoli teatrali di Moni Ovadia. Si è affermato a livello internazionale con il gruppo Vizonto già alla fine degli anni settanta ed ha suonato a Trento per la prima volta nel 1998 nella prima edizione di Itinerari folk. Ha fatto parte di uno dei migliori ensemble di musica ungherese come Kolinda e collaborato con numerosi artisti di valore. Negli ultimi anni ha presentato con successo dei concerti in solo, “Violino e Racconti” e “GulashConcerto” che si basano su brani di musica popolare dell’Ungheria e dintorni, di barzellette, storielle e aneddoti. Questi spettacoli lo hanno visto protagonista solo in Italia ma anche in Francia, Svizzerra, Austria, e in Belgio. Nel nuovo spettacolo “In Fuga Con Bach” propone un interessante ritorno alla musica classica attraverso la trascrizione delle Cello suite di J.S. Bach intercalate a racconti sulla vita del grande compositore. Profondo conoscitore della cultura ebraica dell’est Europa anche per la lunga collaborazione negli spettacoli di Moni Ovadia da Oylem Goylem in avanti presenta anche un proprio recital dedicata alla Musica della Memoria.

Date spettacolo

01

Febbraio, 2009

Romagnano - Nuovo Teatro Oratorio

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Rassegne

Sono presenti 89 eventi

13

Dicembre, 2019

17.30

Foyer grande prosa - La bancarotta

Sala Proclemer teatro Sociale

13

Dicembre, 2019

20.30

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

13

Dicembre, 2019

20.45

KISS ME HARD BEFORE YOU GO

Teatro Comunale - Tesero

13

Dicembre, 2019

21.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

sold out

14

Dicembre, 2019

17.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

14

Dicembre, 2019

20.30

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

14

Dicembre, 2019

21.00

THE FULL MONTY

Teatro Auditorium Trento

sold out

15

Dicembre, 2019

16.00

La bancarotta

Teatro Sociale Trento

17

Dicembre, 2019

21.00

Letizia Battaglia - Shooting the mafia

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità