LOADING...

LA BUONA NOVELLA

Il progetto teatrale su “La Buona Novella” è pensato come una sorta di Sacra Rappresentazione contemporanea che alterna e intreccia le canzoni di Fabrizio de André con i brani narrativi tratti dai Vangeli apocrifi cui lo stesso autore si è ispirato: dal protovangelo di Giacomo al Vangelo dell’Infanzia Armeno a frammenti dello Pseudo-Matteo.
Prosa e musica, perciò, montati in una partitura coerente al percorso tracciato dall’autore nel disco del 1970. I brani parlati, come in un racconto arcaico, sottolineano la forza evocativa e il valore delle canzoni originali, svelandone la fonte mitica e letteraria.
Di taglio esplicitamente teatrale, costruita quasi nella forma di un’Opera da camera “La Buona Novella” è il primo concept-album dell’autore, con partitura e testo composti per dar voce a molti personaggi: Maria, Giuseppe, Tito il ladrone, il coro delle madri, un falegname, il popolo. Ed è proprio da questa base che prende le mosse la versione teatrale.
“Compito di un artista credo sia quello di commentare gli avvenimenti del suo tempo usando però gli strumenti dell’arte: l’allegoria, la metafora, il paragone”. Questa dichiarazione di De André è emblematica di come l’autore si sia posto, in tempi di piena rivolta studentesca, nei confronti di un tema così delicato e dibattuto dal punto di vista politico e spirituale.
Con “La Buona Novella” De André lavora certo a un’umanizzazione dei personaggi, ma questa traduzione cantata dai temi degli Apocrifi è fatta con grande rispetto etico e religioso. La valenza “rivoluzionaria” della riscrittura sta più nella decisione di un laico di affrontare un tema così anomalo per qui tempi che nei contenuti o nel taglio ideologico. Solo a tratti nel racconto appare l’attualizzazione; più spesso le ricche e variegate suggestioni immaginifiche, fantastiche e simboliche degli Apocrifi sono ricondotte a una purezza quasi canonica, e talvolta traspare la sensazione che esista, anche per l’autore, la sconvolgente possibilità che in Gesù umanità e divinità abbiano convissuto.
Traspare così un percorso parallelo nella interpretazione di De André, da una parte una innata tendenza a mettere in discussione tutto ciò che appare codificato, dogmatico o tradizionale, dall’altro una sensibilità che gli fa preferire tra le molte versioni degli Apocrifi sempre la scelta più nobile, matura e ricca umanamente, alla ricerca di un racconto forse meno sacro, ma sempre profondamente morale.
La drammaturgia aggiunta, recitata in gran parte da Neri Marcorè racconta l’antefatto de L’infanzia di Maria, svelandone la nascita ‘miracolosa’, e riempie il vuoto che va dall’infanzia del Cristo alla Crocifissione. Così 30 anni di vita di Gesù sono sintetizzati in un lungo racconto che ci svela un Cristo bambino anche stizzoso, impulsivo, che si serve dei suoi poteri talvolta per esibizionismo, sia quando accusato resuscita, per poi fa tornar morto, un bimbo caduto da una terrazza per farlo testimoniare a sua discolpa, sia quando in un passo di grande qualità poetica, guida i suoi compagni di gioco in una visionaria cavalcata sui raggi del Sole.
Un’elaborazione drammaturgica, perciò, che in qualche modo completa il racconto di De André, trasformando La buona novella non solo in un concerto, ma in uno spettacolo originale, recitato, agito e cantato da una compagnia di attori, cantanti e musicisti che penseranno l’opera di De André come un ricchissimo patrimonio che può comunque ben resistere, come ogni capolavoro, anche all’assenza dell’impareggiabile interpretazione del suo creatore.

Durata: 85 minuti
 
 

Neri Marcorè in
LA BUONA NOVELLA 
di Fabrizio De André

drammaturgia e regia Giorgio Gallione
arrangiamenti e direzione musicale Paolo Silvestri 

con Rosanna Naddeo

voce e chitarra Giua 
voce, chitarra e percussioni Barbara Casini
violino e voce Anais Drago
pianoforte Francesco Negri
voce e fisarmonica Alessandra Abbondanza  

scene Marcello Chiarenza 
costumi Francesca Marsella 
luci Aldo Mantovani

TEATRO STABILE DI BOLZANO, TEATRO CARCANO MILANO, FONDAZIONE TEATRO DELLA TOSCANA, MARCHE TEATRO
 

Informazioni utili

Gli spettacoli inclusi in abbonamento sono addirittura aumentati!
L’offerta di abbonamento per la Stagione del Teatro Sociale 2023/2024 include infatti quattordici spettacoli ad un costo compreso tra i 70 e i 238 euro.

Non aspettare, rinnova il tuo abbonamento da sabato 10 giugno a sabato 24 giugno
Da martedì 27 giugno a sabato 8 luglio sarà possibile CAMBIARE TURNO o CAMBIARE POSTO con prelazione sui nuovi abbonati.

Se invece sei un nuovo spettatore, dall'11 luglio è possibile abbonarsi ad una Stagione davvero imperdibile, anche online.

Dove si svolge l'evento

Date spettacolo

08

Febbraio, 2024

20.30

sold out

09

Febbraio, 2024

20.30

sold out

10

Febbraio, 2024

18.00

sold out

11

Febbraio, 2024

16.00

sold out

Cerca uno spettacolo

Periodo

Teatri

Tematiche

Stagioni

Sono presenti 89 eventi

20

Febbraio, 2024

9.00 e 11.00

MOZTRI!

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

Riservato alle scuole

20

Febbraio, 2024

17.30

DONNE DI POTERE

Trento - Villa Romana di Orfeo

20

Febbraio, 2024

20.30

GIULIETTA E ROMEO - Balletto di Roma

Bolzano - Teatro Comunale

20

Febbraio, 2024

21.00

FRATELLO E SORELLA di Arnaud Desplechin

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

20

Febbraio, 2024

21.00

PAOLO CEVOLI - Andavo ai 100 all’ora

Teatro Auditorium Trento

21

Febbraio, 2024

19.00

La bohème

Teatro Sociale Trento

21

Febbraio, 2024

20.30

ORAZIO | Paolo Mazzarelli

Bolzano - Teatro Comunale

21

Febbraio, 2024

21.00

UMBERTO GALIMBERTI - L’Etica del Viandante

Teatro Auditorium Trento

22

Febbraio, 2024

GIORGIA FUMO - Vita bassa

Teatro Auditorium Trento

22

Febbraio, 2024

19.00

La bohème

Teatro Sociale Trento

22

Febbraio, 2024

20.30

PITECUS | Rezza Mastrella

Teatro SanbàPolis Trento

23

Febbraio, 2024

20.30

HYBRIS | Rezza Mastrella

Teatro SanbàPolis Trento

23

Febbraio, 2024

21.00

NEVERLAND - L’isola che non c'è - Il Musical

Teatro Auditorium Trento

24

Febbraio, 2024

21.00

BASEMENT Mall Grab + Zenker Brothers

Teatro SanbàPolis Trento

25

Febbraio, 2024

16.00

COLORS

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

25

Febbraio, 2024

20.30

HUMANS 2.0|C!rca

Teatro Auditorium Trento

26

Febbraio, 2024

21.00

Swans + Maria W Horn

Teatro Auditorium Trento

27

Febbraio, 2024

9.00 e 11.00

+ERBA

Teatro SanbàPolis Trento

Riservato alle scuole

27

Febbraio, 2024

20.30

L’ETERNO MARITO | Claudio Autelli

Teatro Benvenuto Cuminetti Trento

27

Febbraio, 2024

20.30

HUMANS 2.0 | Circa

Bolzano - Teatro Comunale

27

Febbraio, 2024

20.30

DE GASPERI: L’EUROPA BRUCIA

Teatro Sociale Trento

27

Febbraio, 2024

20.30

TRAPPOLA PER TOPI con ETTORE BASSI

Teatro Auditorium Trento

27

Febbraio, 2024

21.00

RISPET di Cecilia Bozza

Auditorium Fausto Melotti Rovereto

28

Febbraio, 2024

20.30

DE GASPERI: L’EUROPA BRUCIA

Teatro Sociale Trento

28

Febbraio, 2024

20.30

TRAPPOLA PER TOPI con ETTORE BASSI

Teatro Auditorium Trento

29

Febbraio, 2024

20.30

LA MADRE

Teatro Sociale Trento

29

Febbraio, 2024

21.00

ELEAZARO - Grande figlio di p***a

Teatro Auditorium Trento

01

Marzo, 2024

17.30

Foyer del Teatro - LA MADRE

Teatro Sociale Trento

01

Marzo, 2024

20.30

LA MADRE

Teatro Sociale Trento

01

Marzo, 2024

21.00

MAX ANGIONI - Anche Meno

Teatro Auditorium Trento

dettagli

sold out

02

Marzo, 2024

18.00

LA MADRE

Teatro Sociale Trento

02

Marzo, 2024

21.00

MAX ANGIONI - Anche Meno

Teatro Auditorium Trento

dettagli

sold out

03

Marzo, 2024

9.15

Coccole di Fiati - Orchestra Haydn

Trento - Castello del Buonconsiglio

03

Marzo, 2024

11.00

Coccole di Fiati - Orchestra Haydn

Trento - Castello del Buonconsiglio

Ultime news

Rimani aggiornato sulle nostre novità